Supernatural

12×01 Keep Calm And Carry On

Mary Winchester è tornata, ma non ha ancora ben chiaro quale sia il suo ruolo sulla Terra. Nel frattempo, Toni imprigiona e tortura Sam in cerca di risposte concrete che possano aiutarla.

Supernatural ha finalmente fatto il suo “trionfale” ritorno dopo ben cinque mesi di assenza. Ma possiamo davvero definire questa premiere come trionfale? Sebbene non vi siano dubbi che l’ingresso dei nuovi personaggi dia allo show una ventata d’aria fresca, sembra che Keep Calm And Carry On vada un po’ a ripercorrere, quasi in maniera forzata, delle dinamiche che erano state del tutto abbandonate la scorsa stagione.

Supernatural

Con la rivelazione di Dio ed il suo incontro/scontro finale con l’Oscurità, Supernatural era stato in grado di chiudere degnamente un grande cerchio narrativo. Il rinnovo ci aveva già fatto intuire che questa dodicesima stagione avrebbe rappresentato un nuovo inizio e noi di SerialFreaks siamo i primi ad omaggiare le serie che, anche dopo molti anni, riescono a rinnovarsi avendo comunque un messaggio da trasmettere ai propri spettatori pur rimanendo fedeli allo spirito della storia. Questa premiere, però, ci manda segnali contrastanti.

Da un lato il ritorno di Mary Winchester è l’elemento di novità più interessante, dall’altro la serie sembra non voler abbandonare determinate storyline che hanno fatto il proprio corso ormai da molto tempo. La fuga di Lucifero e l’inseguimento di Crowley, ancora una volta alla ricerca del potere ed in qualche modo della propria dignità, sa di già visto ed inizia ad annoiare chi, come noi, ha seguito la serie fin dall’inizio. Esistono davvero prospettive inesplorate che possono portare ad un’amicizia/lotta fra Lucifero e Crowley senza riprendere determinate situazioni già messe in scena nel corso delle ultime stagioni trasmesse? Noi crediamo di no, ma siamo pronti a ricrederci.

supernatural

L’arrivo di Toni può essere un elemento di fondamentale importanza per la buona riuscita di questa stagione, ma per adesso non è stato sfruttato abbastanza. Nonostante gran parte della puntata ruoti attorno alla prigionia di Sam e ai “barbari” metodi di tortura di Toni e della sua collaboratrice, sappiamo ancora ben poco di come la caccia ai demoni avvenga nel Regno Unito: a quanto pare i Men Of Letters britannici sono decisamente più uniti ed organizzati di quelli statunitensi e non agiscono solo quando la gente inizia a morire, ma riescono a prevedere l’ingresso di determinate creature nel proprio territorio fermandole prima che possano attaccare. Qual è il ruolo di Toni negli Stati Uniti? La donna è davvero interessata ad intervenire per “salvare” la situazione o nasconde un doppio fine? Nessuno di noi si aspettava di avere una visione completa del personaggio dopo questa premiere, ma sembra che l’episodio abbia trattato con estrema superficialità il suo arrivo decidendo di concentrarsi principalmente sulla resistenza di Sam, la sua prigionia e la lotta fra i due. Le domande di Sam sono legittime: non ci si spiega perché i Men Of Letters britannici non siano intervenuti durante le diverse apocalissi sventate dai Winchester nel corso di queste stagioni. Toni ci viene presentata come una persona piuttosto fredda, determinata e pronta a tutto pur di avere le risposte che cerca, ma al tempo stesso riusciamo a capire che la giovane inglese nasconde una seconda vita legata ad una vera famiglia, di cui però non ci viene mostrato quasi nulla.

Supernatural

Lo sguardo di Dean nel riabbracciare sua madre definisce l’intera puntata. L’incontro fra i due è strano, ma molto emotivo. Il dialogo fra i due ci mostra ancora una volta il dolore di Dean ed in qualche modo il significato dei suoi sacrifici. Mary non esita a dire che una vita da cacciatori non è quello che avrebbe voluto per i suoi due figli, ma non si tira indietro e combatte senza timore mentre è alla ricerca di Sam. La strana coppia formata da lei e Castiel dà alla puntata quel pizzico d’ironia a cui Supernatural ci ha sempre abituato e onestamente fa presagire che fra i due potrebbe davvero succedere qualcosa. Quale sarà il ruolo di Mary all’interno della storia? Probabilmente ci verrà mostrato un lato della sua personalità che non abbiamo conosciuto nei vari salti temporali fatti nella serie, ma siamo tutti curiosi di vedere cosa significherà per Sam e Dean avere di nuovo una madre nella propria vita.

Keep Calm And Carry On fa il suo lavoro alimentando la curiosità dello spettatore, ma è abbastanza deludente riguardo alcuni frammenti narrativi. Se non fosse per la presenza di Mary Winchester, l’episodio sarebbe potuto essere uno degli episodi di passaggio che la serie utilizza per spezzare la trama orizzontale, la quale questa volta risulta ancora fumosa: Toni è il nuovo nemico che i Winchester devono affrontare o Lucifero tornerà ad essere così forte da minacciare nuovamente l’intera umanità? Diamo alla puntata 3 porcamiseria su 5 di incoraggiamento nella speranza che la storia si evolva in maniera equilibrata e coerente e che venga dato più spazio alla psicologia dei personaggi, soprattutto dei nuovi arrivati.

3

 

Vota l'episodio!

Sei d'accordo con noi o avresti dato un voto diverso? Dai i tuoi porcamiseria all'episodio e dicci che ne pensi nei commenti!

1 Porcamiseria2 Porcamiseria3 Porcamiseria4 Porcamiseria5 Porcamiseria
Hanno votato questo episodio 9 lettori, con una media di 4,22 porcamiseria su 5.
Loading...

 

 

 

 

L'Autore

Domenico Zappone

Domenico Zappone

Terrone a Milano che sogna l'America. Misura il tempo in episodi, Charmed e Friends i suoi più grandi amori seriali.