Sergio Ferragina

Nerd da quando sembrava ancora una parolaccia, cresciuto a pane, fantascienza, eroi Marvel e Saranno Famosi. Informatico per professione, narratore per sogno, Whovian nell'animo. Avido consumatore di storie, siano esse scritte o visuali, considera suoi zii putativi Asimov, Heinlein e Gaiman, tenendo sempre Shakespeare nel cuore. Può spaziare da Westworld a Broadchurch, passando per qualche trashata qua e là per abbassare un po' la media. Minaccia spesso di abbandonare serie che lo stufano, ma lo fa raramente e quando capita è per sempre. Troppe serie da vedere, troppa poca vita a disposizione, ma quando il gioco si fa duro...