American Horror Story8×04 Could it be…Satan?

Lo scontro fra Michael e Cordelia ci catapulta indietro di qualche anno, quando Michael viene salvato da un gruppo di stregoni che vedono in lui il salvatore della specie. La forza di Michael è talmente grande da poter sfidare la Suprema e compiere imprese in cui anche lei ha fallito.

Le scene di felicità domestica che aprono Could it be…Satan? sono, nella visione contorta delle cose di American Horror Story, in qualche modo salutari. In un certo senso vedere questa netta differenziazione fra il tipo di educazione che Michael non ha mai avuto durante il suo periodo con Constance ed il suo periodo con Miriam ci strappa anche un sorriso. Miriam e Michael appaiono infatti particolarmente legati durante una delle loro conversazioni al tavolo da pranzo e la donna è stata persino in grado di convincere Michael a pregare. Certo, le sue preghiere sono tutte rivolte a Satana, ma in un certo senso, con uno sguardo d’insieme, l’informazione sembra essere un dettaglio facilmente trascurabile. Sembra chiaro che Miriam ami il ragazzo e che a sua volta Michael veda in lei la madre che ha sempre desiderato. Tutto ciò è visibile anche nello scenario presente, in cui i due mostrano fin da subito un’alchimia non indifferente. 

Persino la presenza di Cordelia Goode e del suo consiglio di streghe non sono sufficienti a far deragliare questo dolce momento. Il legame tra i due è a tutti gli effetti un legame materno, un legame che persino la magia non può rompere, e l’apparizione a sorpresa delle streghe per resuscitare i suoi morti è solo un piccolo inconveniente.

Coven è stata tra le più controverse stagioni di American Horror Story, i fan sono tuttora divisi sull’impatto che quella particolare storia ha avuto sulla creazione della mitologia della serie. Rimane indubbio che la stagione abbia però avuto un’enorme risonanza fra il pubblico e basta sentire la primissima battuta di Madison Montgomery alla fine dell’episodio precedente per catapultarci immediatamente in quel mondo. L’apparizione delle streghe ci porta immediatamente a guardare la serie con uno sguardo completamente diverso e, anche quando lo show inizia a seguire un gruppo di stregoni che non abbiamo mai conosciuto, la tensione tra il gruppo si posiziona immediatamente ad un gradino più alto rispetto al gruppo di sopravvissuti mal adattato. 

Gli insegnanti della Hawthorne School For Gifted Young Men (non siamo sicuri che questo sia il nome della scuola o solo una battuta di Myrtle Snow) riescono a catturare subito la nostra attenzione con le loro tensioni ed un passato chiaramente burrascoso. Appare incredibilmente facile seguire i quattro stregoni e le loro interazioni, tanto da farli sembrare i protagonisti di uno spin-off di Coven che non è mai accaduto.

Per gli stregoni (qualche anno prima dell’Apocalisse), Michael è la cosa che hanno sempre desiderato: l’Alfa, uno stregone abbastanza potente da sfidare la Suprema e porre fine a secoli di dominio per mano delle streghe. Gli stregoni sono potenti, ma come afferma Cordelia all’interno nell’episodio, il testosterone è un noto inibitore dei poteri magici e le tre donne respingono immediatamente ogni possibilità che Michael possa essere al loro livello di potenza, costringendolo a fare qualcosa di estremo per attirare la loro attenzione. Gli uomini protestano, ma le donne si affrettano a metterli al loro posto come cittadini di seconda classe, accecate dalla tradizione e dalla storia – oltre che dalla paura. Il tutto fa certamente eco alla politica dei nostri giorni, ma con un’inversione di genere. Cordelia non esita ad imporre il proprio pensiero al Consiglio, Myrtle è apertamente ostile verso l’intero incontro, quasi a non cercare di celare minimamente il suo disprezzo. Anche Zoe tiene la bocca chiusa, affidandosi alle parole della sua Suprema. Michael però, “salvato” dagli stregoni dopo aver sfoggiato i suoi incredibili poteri in situazioni piuttosto complicate, decide di attirare l’attenzione di Cordelia compiendo un’impresa in cui anche lei ha fallito: resuscitare Queenie e Madison. 

La riflessione sullo status quo, che ci ha permesso di osservare increduli anche un inaspettato crossover con Hotel, è sicuramente il momento più interessante dell’episodio, che spinge gli spettatori a diverse riflessioni circa la forza dei pregiudizi che continua a macchiare le nostre società. Lo scontro fra streghe e stregoni è un successo anche per l’incredibile talento degli attori coinvolti, ma soprattutto (che le streghe di tutto il mondo ci perdonino) per la peculiare caratterizzazione degli stregoni, in modo particolare Ariel, animato da una speranza che quasi stona con le atmosfere cupe che lo vedono protagonista. 

Le prove a cui viene sottoposto Michael mostrano però il suo più grande potere: trasformarsi in ciò di cui le persone hanno bisogno. È l’Alfa degli stregoni, che possiede abilità al di là delle proprie; è il salvatore dell’umanità per i sopravvissuti nel bunker; è una figura seducente per Gallant e Madison, che salva da un divertente inferno personale; è un soccorritore per Queenie, liberata da un’eternità di azioni routinarie. Una sorta di Messia al contrario, soprattutto nella scena finale. 

Naturalmente, nel gioco di Michael arriverà un punto in cui gli stregoni si renderanno conto del grosso errore che stanno commettendo. La natura di Langdon è chiaramente più diabolica di quello che sembra, ma non ci resta che scoprirne di più nelle prossime settimane. 

Seguite la pagina American Horror Story – ITALIA per le ultime novità sull’universo di American Horror Story!

  • 8/10
    Storia - 8/10
  • 7/10
    Tecnica - 7/10
  • 8/10
    Emozione - 8/10
7.7/10

Summary

La battaglia fra streghe e stregoni fa da presule all’apocalisse in cui Langdon appare come unico trionfatore. Un passo indietro necessario che cambia totalmente la nostra visione della serie.

Porcamiseria

7.7

La battaglia fra streghe e stregoni fa da presule all'apocalisse in cui Langdon appare come unico trionfatore. Un passo indietro necessario che cambia totalmente la nostra visione della serie.

Storia 8 Tecnica 7 Emozione 8
Scopri di più sui Porcamiseria

Ti è piaciuto l'episodio?

like
1
Mi è piaciuto
love
3
Tutto!
haha
0
Divertente
wow
3
Porcamiseria!
sad
0
Meh...
angry
0
Che schifo

Altro su American Horror Story

American Horror Story

8×05 Boy Wonder

Michael Langdon è pronto ad essere incoronato come nuovo Supremo, ma il suo regno ha inizio tra nascoste insubordinazioni e pericolosi sospetti.

American Horror Story

8×03 Forbidden Fruit

Il tanto atteso ritorno delle streghe di Coven si inserisce all'interno di un contesto che lascia perplessi gli spettatori, ponendo fine alla stagione come la si è conosciuta fino ad ora.

American Horror Story

8×02 The Morning After

Gli abitanti del bunker verranno esaminati da Michael Langdon, che si diverte da morire a giocare al gatto con il topo. Alcune debolezze e frivolezze dei protagonisti vengono a galla, assieme ad un gradito ritorno in lattice nero.